vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Le carte di Giuseppe Raimondi in mostra a Bologna

Giorgio Bassani: Officina bolognese (1934-1943) (Bologna, Biblioteca comunale dell'Archiginnasio, 28 ottobre - 18 dicembre 2016)
Fotografia di Giuseppe Raimondi, anni '50 ( Biblioteca, Fondo Giuseppe Raimondi, Album Longanesi, p. II)

L'esposizione presenta al pubblico per la prima volta molti materiali inediti riferiti agli anni bolognesi dello scrittore Giorgio Bassani. A Bologna, infatti, Bassani ha frequentato l’Università e si è formato sotto il magistero di Roberto Longhi con l'apporto fondamentale di Giorgio Morandi e Giuseppe Raimondi. Grazie a questi maestri e agli amici conosciuti tra le aule universitarie, Bassani ha potuto trovare e maturare il suo stile e la sua poetica, in un fecondo e importante processo di formazione culturale, artistico e umano. Questa mostra vuole quindi presentare al pubblico la centralità di Bologna, gettando luce anche sulla genesi del più noto romanzo di Bassani, Il Giardino dei Finzi Contini, che si può dire inizi a nascere proprio in questi anni.

La biblioteca "Ezio Raimondi" ha prestato per l'esposizione diciotto tra disegni, lettere, cartoline e materiale bibliografico. Tutti i documenti provengono dall'archivio culturale di Giuseppe Raimondi.

Mostra organizzata in collaborazione da:
Alma Mater Studiorum - Università degli Studi di Bologna (Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica, Archivio Storico, Biblioteca "Ezio Raimondi"), Comune di Bologna (Istituzione Biblioteche e Biblioteca dell'Archiginnasio) e Fondazione Giorgio Bassani.

Comitato scientifico: Paola Bassani, Marco Antonio Bazzocchi, Pierangelo Bellettini, Paola Italia.