vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Il farsi e il disfarsi del linguaggio

L’emergere, il mutamento e la patologia della struttura sonora del linguaggio - XI Convegno Nazionale AISV

dal 28/01/2015 alle 11:00 al 30/01/2015 alle 16:00

Dove Aula Pascoli - Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica - via Zamboni, 32 - Bologna

Contatto di riferimento

Partecipanti Sono aperte le iscrizioni al Convegno.
Deadline per la registrazione a prezzo ridotto: 20 gennaio 2015.

Aggiungi l'evento al calendario

RELATORI INVITATI

Daniel Recasens – Universitat Autònoma de Barcelona, Barcellona

Marianne Pouplier –  Ludwig-Maximilians Universität, Monaco

Rodolfo Delmonte – Università di Venezia

TEMA DEL CONVEGNO

Il titolo del convegno vuole proporre all’attenzione degli studiosi il tema del classico e insieme rivoluzionario saggio di Roman Jakobson, Kindersprache, Aphasie und allgemeine Lautgesetze (1941). Qui si lanciava l’idea che i paralleli fra lo sviluppo fonologico del linguaggio nel bambino e (in termini jakobsoniani) la “dissoluzione” della fonologia nelle patologie del linguaggio abbiano come fondamento comune leggi fonetiche generali, le stesse che governano anche la struttura e il mutamento fonico delle lingue del mondo. Su queste linee, il convegno invita a contributi sui seguenti temi:

  • l’emergere dei suoni linguistici e lo sviluppo fonologico
  • il mutamento fonetico e fonologico e la variazione linguistica
  • i disturbi fonetici e fonologici in bambini e adulti
  • le strutture fonetiche e fonologiche in questi diversi domini.


In particolare i contributi potrebbero vertere su:

  • acquisizione della fonologia della prima e della seconda lingua, in contesto sia guidato sia spontaneo e in casi di bilinguismo; ruolo della variazione nel processo di acquisizione;
  • variazione ‘naturale’ di tipo sociofonetico e mutamento diacronico; natura del mutamento storico; relazione fra variazione sincronica e mutamento diacronico,
  • ‘destrutturarsi’ della struttura sonora nella variazione associata alle patologie del linguaggio e della parola, così come nella perdita delle competenze linguistiche materne in contesti di attrito sociolinguistico;
  • variazione e relazione fra parlato normale e ‘disturbato’;
  • variazione patologica come fonte di informazioni linguistiche rilevanti sulle rappresentazioni fonologiche?
  • la ricerca di principi esplicativi: tendenze tipologiche vs. universali fonologici.


L’obiettivo del convegno è di riunire gli studiosi che operano in questi campi e di suscitare in un clima informale un dibattito interdisciplinare.

Ulteriori informazioni su questo evento…