vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Centro Studi “Medical Humanities”

Direttore: Gian Mario Giusto Anselmi

Presentazione

Come nasce il Centro e quali obiettivi si pone

Il Centro - che si configura come articolazione dipartimentale scientifica del Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica dell'Università di Bologna – intende studiare come integrare le discipline letterarie e mediche per migliorare la relazione tra medico e paziente.  E’ volto a promuovere l’integrazione della letteratura con la medicina per formulare questioni antropologiche legate ai ruoli che pazienti, familiari e medici assumono nelle relazioni cliniche e si pone anche come valido strumento per la didattica. La sua finalità formativa infatti, si affianca a quella di ricerca su temi come ad esempio letteratura e medicina, tecnica della narrazione per narrare il corpo sano/malato e altro ancora.

Un ulteriore intento è la valorizzazione e la diffusione dei tratti comuni al “letterato” e al personale medico, con particolare attenzione alla storia della medicina e delle sue idee, nonché all’antropologia medica relazionale.

Diretto dal prof. Gian Mario Giusto Anselmi,  ha compreso fin dalla sua costituzione l’adesione non solo di singoli Docenti di varie discipline ma, attraverso delibere formali, di interi Dipartimenti: Filologia Classica e Italianistica, Medicina Specialistica Diagnostica e Sperimentale, Storia Culture Civiltà, Scienze dell’Educazione «Giovanni Maria Bertin», Arti.

Varie competenze ed esperienze interagiscono al suo interno, creando in questo modo un osservatorio ricco e differenziato in cui le discipline tradizionalmente indicate sotto il nome di “Medical Humanities” rappresentano un momento di riflessione trasversale. Quindi l’approccio letterario, medico, storico, pedagogico, antropologico e artistico, solo per citarne alcuni, trova occasioni di confronto e di approfondimento.

Il Centro Studi “Medical Humanities” è stato approvato nella seduta del C.d.A. del 27 gennaio 2015.

Collegio scientifico:

  • Gian Mario Giusto Anselmi, professore ordinario, Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica;
  • Andrea Battistini, professore ordinario, Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica;
  • Bruno Capaci, ricercatore confermato, Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica;
  • Silvia Demozzi, ricercatrice, Dipartimento di Scienze dell’Educazione «Giovanni Maria Bertin»;
  • Patrizia Fughelli, dottore di ricerca in Culture letterarie filologiche e storiche;
  • Manuela Gallerani, professoressa associata confermata, Dipartimento di Scienze dell'Educazione "Giovanni Maria Bertin";
  • Luigi Guerra, professore ordinario , Dipartimento di Scienze dell’Educazione «Giovanni Maria Bertin»;
  • Lara Michelacci, ricercatrice confermata, Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica;
  • Venerino Poletti, primario ospedaliero di pneumologia, Ospedale G.B. Morgagni L.Pierantoni – Forlì;
  • Ivo Quaranta, professore associato, Dipartimento di Storia Culture Civiltà;
  • Giuseppe Sassatelli, professore ordinario, Dipartimento di Storia Culture Civiltà;
  • Chiara Tartarini, ricercatrice, Dipartimento delle Arti;
  • Davide Treré, professore ordinario, Dipartimento di Medicina Specialistica Diagnostica e Sperimentale;
  • Marco Veglia, professore associato, Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica;
  • Maurizio Zompatori, professore ordinario, Dipartimento di Medicina Specialistica, Diagnostica e Sperimentale.

Contatti

Centro Studi "Medical Humanities"

c/o Dip. di Filologia Classica e Italianistica

Via Zamboni, 32

40126 - Bologna - Italia